Migliorarsi a piccoli passi, dicono di Noi

Lucera è diventata per un giorno un grande set fotografico con la prima edizione di “Migliorarsi a piccoli passi”, manifestazione che abbina il gioco all’apprendimento. Sono stati oltre un centinaio i bambini dai 3 ai 10 anni di età che hanno aderito all’iniziativa posando per dodici fotografi in altrettante location e indossando abiti e acconciature dagli stili diversissimi tra loro. Dall’Anfiteatro che ha ospitato la squadra degli chic a Piazza Duomo che ha accolto quella degli eleganti, passando per il Museo Fiorelli che ha ricevuto nelle sue sale quella degli intellettuali, Lucera è stata letteralmente invasa dalle piccole star della giornata e dalle loro guide: trentasei tra parrucchieri, costumisti e visagisti. Così, se un gruppo di punk ha occupato Rampa Cassitto, una schiera di sportivi ha invaso il Parco giochi, monumento da cui sono partite in carrozze trainate da cavalli una decina di bimbe in abiti romantici. E mentre in Piazza della Repubblica faceva il suo ingresso il gruppo dei retrò e la squadra dei cocktail si preparava in Piazza Nocelli, erano già in postazione i denim di Via Zunica, i bimbi bon ton di Piazza San Giovanni e quelli in stile college di Piazza Bonghi. Intanto gli hippy, con il loro striscione “peace and love”, hanno conquistato la Villa Comunale, già invasa la mattina da oltre un centinaio di magliette colorate e poi appese con delle mollette a delle corde fissate agli alberi del lungo Viale della Libertà.
Tanti i bambini che, con le rispettive famiglie, sono arrivati da Foggia, Biccari, Monte Sant’Angelo e Torremaggiore, per partecipare a una intensa giornata di giochi e di scatti fotografici.
Divertimento ed entusiasmo si sono respirati fino a sera, quando, tutti si sono riuniti davanti al complesso di San Pasquale, nella Villa Comunale, per ricevere gli attestati di partecipazione e raccontare la propria esperienza durante un incontro-intervista in cui hanno preso la parola il sindaco di Lucera Antonio Tutolo, il segretario del Rotary Club Costantino Pellegrino e Carlo Ventola, lookmaker ideatore e organizzatore della manifestazione, alla presenza di tutti quanti hanno collaborato al progetto, in primis la Pro Loco di Lucera, e poi tanti giovani, tra cui: Modestina Cedola, Biagio De Maso, Mara Di Gioia, Berenice Di Matto, Amelia Ferrara e Rossella Morelli, Fabiana Capobianco.

Ventola si è detto felice del successo dell’iniziativa che ha voluto condividere con tutti i partecipanti, in particolare con gli esperti che, lavorando in armonia, hanno seguito i bambini dando prova di grande professionalità e disponibilità.
Questi i nomi di tutti gli esperti che hanno partecipato: Ada Iorio, Marianna Iuliani, Giuseppe Oro, Carmela Di Giovanni, Patrizia Pignatelli, Peppe Sambero, Annalisa Marino, Samira Ippolito, Egidio Studio, Josephine & co. parrucchieri, Mario Angelilli, Giuseppe Peter, Tina Rosaria, Silvana Mastromatteo, Photos, Valentina Antifora, Ilaria Ardito, Bianca De Luca, Luca Casiere, Kid Cool, Giò Photo Digital, Pamela Brindicci, De Finis Couture, Antonio Piacquaddio, Michela Fratino, Laura d’Errico, Antonella Ciociola, Colpi di Luce, Alida Paradiso, Daniele Lombardi, Alessandra Colasanto, Rosa Savino, Raffaele Esposito, Marianna Iagatta, Liliana d’Ettorres, Giorgia Ferosi, Nuova Immagine.

“Dire che abbiamo invaso Lucera, approfittato delle sue meraviglie – ha dichiarato Ventola – e che abbiamo regalato ai bambini nuove nozioni ed esperienze è riduttivo. Ci eravamo posti un grande obiettivo: portare in primo piano la bellezza nel suo significato più profondo e concreto e credo che ci siamo riusciti. Attraverso il gioco e il cambio di abiti in funzione di un trend preciso, abbiamo proposto un modo originale di guidare i più piccoli verso il bello e allo stesso tempo di fare turismo. Da ciò che hanno raccontato i bambini, abbiamo capito che siamo riusciti a far comprendere il significato di questa manifestazione e cioè che la bellezza fa parte del nostro vivere quotidiano e da essa trovano ragione non solo la cura di sé ma anche a quella degli altri e del mondo che ci circonda, a partire dal luogo in cui si vive. Se è vero che amiamo le cose belle, non c’è motivo di trascurare la propria città, o peggio, di vandalizzarla. Dunque – ha concluso – se davvero questo messaggio è stato compreso, allora il miglioramento di sé c’è stato”.

“Migliorarsi a piccoli passi” ha avuto anche un risvolto benefico: parte delle quote di iscrizione sono state infatti devolute all’Associazione “Il viaggio di Vanessa”, mentre la restante formerà la somma che sarà data in premio alla squadra che avrà realizzato gli scatti fotografici migliori, rispettando il trend e valorizzando la location.
Nei prossimi giorni una giuria tecnica e una popolare decreteranno il team vincitore. La prima è composta dai fotografi lucerini Costantino Catapano e Mario Carrozziono, dallo stilista foggiano Francesco paolo Salerno e dal presidente della Pro Loco di Lucera Sergio Afieri, mentre quella popolare si esprimerà attraverso i “mi piace” sulle stesse foto che saranno pubblicate sulla pagina Facebook di Migliorarsi (www.facebook.com/migliorarsi).

Migliorarsi a piccoli passi

MIGLIORARSI A “PICCOLI PASSI”

“Migliorarsi a piccoli passi” è un’iniziativa rivolta ai bambini di Capitanata (fascia 3/10 anni) nata da un’idea di Carlo Ventola per vivere una giornata all’insegna della condivisione, del lavoro di squadra e della scoperta della bellezza.
Bellezza dei luoghi, per apprezzarli e quindi rispettarli maggiormente, bellezza di ciò che possediamo, imparando a reinterpretare un capo d’abbigliamento, e la propria bellezza, quella forse più preziosa, per volersi bene e imparare ad amare la propria immagine.
Può sembrare ambizioso coinvolgere bambini così piccoli in un progetto simile ma, tenendo conto delle tante storie che ogni giorno ascoltiamo, non è mai troppo tardi per cominciare a volersi bene, a valorizzarsi, a prendersi cura di se, a stare bene con se stessi e anche con i luoghi in si vive senza sentire il bisogno di imbrattare o distruggere qualcosa.
La manifestazione, patrocinata dal Comune di Lucera, in collaborazione con la Pro Loco, prenderà il via in Piazza Matteotti alle ore 9.00

Regolamento :

Ogni bambino dovrà avere un abbigliamento comodo per la prima parte delle attività.

Dovrà portare un secondo capo di abbigliamento, in relazione alla scelta del trend e i relativi accessori per poterli così scambiare con gli altri compagni di squadra.

Avere i capelli puliti (lavati la sera prima).

La quota d’iscrizione è di 5 euro per ogni bambino e 10 euro per ogni professionista. Parte delle quote (1 euro per i bambini e 2 per i professionisti) verrà devoluto al progetto benefico “Il viaggio di Vanessa”.

Alle 10.00 comincerà il gioco: i bambini saranno immersi nel “colore” col quale lavoreranno, si sporcheranno, dipingeranno e accosteranno i colori, per capire come, un colore affiancato ad un altro lo esalta o come gli stessi sovrapposti si neutralizzano.

Ci saranno 20 squadre , composte da 10 bambini, un Fotografo, un Parrucchiere Visagista e un Costumista Le squadre avranno i nomi dei colori ad ogni colore sarà assegnato un trend e un luogo caratteristico della città da valorizzare attraverso gli scatti fotografici, prima però bisognerà realizzare il trend assegnato alla squadra.

L’aspetto più divertente sarà sicuramente lo scambio di vestiti e accessori, tra i vari bambini componenti della stessa squadra, e la capacità dei professionisti nel rispettare ed esaltare il proprio trend .

Si avrà, un momento di competizione giocosa, ma soprattutto un’occasione di collaborazione e scambio reciproco.
Dopo i giochi e il pranzo si ritornerà all’opera alle 16.00 e qui i bambini saranno trattati come delle star: protagonisti di un set fotografico tutto per loro.

Ogni squadra realizzerà 11 scatti (uno per ogni componente e una di gruppo) che nei 10 giorni successivi il fotografo consegnerà all’organizzazione.
Le foto saranno caricate nella pagina Facebook dell’evento “Migliorarsi a Piccoli Passi” e sottoposte a voto popolare attraverso i “Mi piace” degli utenti e poi al giudizio di una giuria tecnica di esperti. Entro 10 giorni sarà decretata la squadra vincitrice alla quale andrà un premio in denaro. Tutti gli scatti, di tutte le squadre partecipanti saranno comunque presenti nel catalogo/guida che verrà poi distribuito nei punti turistici della città.

Alle 18.00 sarà la volta del Convegno: un momento dedicato alla riflessione sulla bellezza a cui prenderanno parte ospiti d’eccezione che amplificheranno i temi trattati. Potrà esserci anche l’intervento di qualche squadra che avrà terminato il suo lavoro pèer raccontare le proprie emozioni oltre al lavoro svolto.
Il programma

ore 9.00 Raduno dei partecipanti in Piazza Matteotti
ore 10.00 Inizio attività
ore 12.30 Pausa pranzo
ore 16.00 Ripresa delle attività (Realizzazione scatti fotografici)
ore 18.00 Convegno

Luoghi, trend e nomi delle squadre:

LUOGHI TREND SQUADRA
1 Largo Granata Etnico Ocra
2 Via Zunica Denim Blu
3 P.zza della Repubblica Retró Rosso
4 P.zza Duomo Elegante Tiffany
5 San Giovanni Bon Ton Bianco
6 Villa Comunale Hippie Arancio
7 Rampa Cassitto Punk Viola
8 Museo Civico Intellettuale Bordeaux
9 Castello Romantico Rosa
10 Parco giochi Sportivo Azzurro
11 Anfiteatro Chic Pesco
12 P.zza Nocelli Cocktail Fuxia
13 P.zza Bonghi College Beige

Oltre mille visitatori per Migliorarsi è Felicità

16122014_1237_04   16122014_1237_02  16122014_1237_05

 

 Oltre mille persone hanno partecipato domenica 14 dicembre a Lucera alla prima edizione di “Migliorarsi è felicità – wedding”, manifestazione ideata e organizzata dal lookmaker Carlo Ventola.   Nella splendida location offerta dallo storico Palazzo Petrilli si sono svolti entrambi gli appuntamenti a tema matrimonio in programma: ilconvegno intitolato “Sposarsi oggi”e l’evento serale che è durato fino alla mezzanotte.   La mattinata si è dunque aperta con un incontro che ha esaminato sotto diversi aspetti il percorso matrimoniale. Anche a Lucera, in tendenza con le statistiche nazionali, si assiste negli ultimi anni a un vertiginoso calo delle cerimonie (riti civili e religiosi) dovuto sia al fatto che ci si sposa dimeno ma soprattutto all’assenza in città di quella generazione che in questi anni dovrebbe convolare a nozze ma che invece è emigrata altrove per vari motivi, come ha evidenziato la relazione dell’Assessore alle Politiche sociali del Comune di Lucera, Federica Triggiani, che ha quindi prospettato una programmazione diversa da parte del suo ufficio nei confronti delle nuove famiglie. Molto apprezzato l’intervento congiunto di Paola Catapano e Pio Bondaneseche, da coniugi e consulenti dell’Associazione Consultorio “La Famiglia”, hanno testimoniato, tra le altre cose, quanto sia importante anche la fase del fidanzamento per una felice riuscita dell’unione. La mancanza dialogo e di ascolto, uniti alla forte propensione all’individualismo, poi, sono stati segnalati quali principali fattori che portano la coppia a scoppiare anche in tempi non sospetti: o prestissimo o persino dopo decenni. Così l’avvocato Raffaele Preziuso, ha indicato quali possono essere i rimedi, tra cui rivolgersi a persone preparate a intervenire in questo tipo di problematiche familiari, come i consulenti del Consultorio La Famiglia, di cui egli è vicepresidente. Infine il matrimonio è stato osservato nella prospettiva del sacramento da don Luigi Di Condio con precisi riferimenti alle scritture e al significato vero delle scelte compiute dai futuri sposi, che è emerso da tutti gli interventi, necessitano di essere bene accompagnati in tutto il periodo che precede le nozze. Atteso anche l’intervento di Peppe Zullo, che ha illustrato il suo progetto di Cibo e Felicità. Lo chef orsarese, ospite d’onore della serata, ha spiegato durante il convegno quanto sia importante ridare il giusto valore al cibo, alla sua origine e preparazione, durante il ricevimento. La filosofia di Zullo, accolta con entusiasmo sia in Italia che all’estero, trasporta anche nel banchetto nuziale la valorizzazione in contemporanea del momento conviviale, dei prodotti della terra dauna e dello stesso territorio.   Migliorarsi è Felicità ha raggiunto il suo clou la sera, con i visitatori che sono diventati protagonisti di un percorso ben articolato. Tre ambienti diversi hanno accolto altrettanti tipi di spose: romanica, chic e dark rock, con allestimenti, scenografie arricchite da quadri d’autore (Vincenzo Beccia, Arianna Greco e Giuseppe Petrilli), addobbi floreali, bomboniere e tutto quanto ruota attorno al wedding. Per vivere in anticipo il giorno del matrimonio, alcune future spose hanno scelto di farsi truccare, pettinare, vestire e fotografare da tre squadre di professionisti, a seconda della tipologia di matrimonio che avevano scelto, per poi assaggiare le delizie a tema preparate da Zullo, accompagnate dai vini della CantinaLa Marchesa e gli oli Donna Piccarda. La manifestazione è stata intervallata dalle applaudite performance di ballerini, musicisti e attori, abbinati anch’essi a un preciso genere di matrimonio.   “E’ stato un successo travolgente – ha commentato Carlo Ventola quasi al termine della serata – con un flusso ininterrotto di persone che hanno ammirato e gradito ogni dettaglio e l’originalità della presentazione. Questo ci ha ripagati del grande impegno profuso, poiché un evento di questa portata, che ha coinvolto oltre trenta professionisti, ha richiesto anche un grande lavoro di coordinamento. Il risultato è stato straordinario e sono grato a tutti, in particolare a Gianluca Lattuchelli, Rossella Morelli e alla famiglia Carella per averci ospitati in quel meraviglioso palazzo. Come annunciato, non abbiamo preparato una fiera degli sposi, ma un’esperienza di matrimonio che siamo pronti a ripetere l’anno prossimo con importanti novità”.   c.s.  

Preparare il si diventa fare turismo

10855846_10205575569576671_1166238775_o